Trytaly

“Experience more Italy”; for Trytaly, the virtual bridge between the United States and Italy is built on taste. The Trytaly platform, currently available on the web (but soon to add a smartphone app) represents a meeting point for tourists from the USA and amateur cooks who want a taste of the restaurant business, hosting visitors for lunch or dinner.
“We decided to start by focusing on the United States, to test the system by targeting an audience that particularly appreciates Italian cuisine,” says Adalberto Fontana, founder and CEO of Trytaly. “In time, we intend to expand our field of operations not only to other countries, but also to other services.”
The distinguishing feature of Trytaly lies mainly in the way the price that the tourist will pay for the meal is defined. The menu proposed by the host chef, identified among those nearby via a geolocation search system, does not have a fixed price; instead it is the guest who makes an offer (and the host who decides whether or not accept it). Payment can then be made through the smartphone ap.

 

“Experience more Italy”: per Trytaly il ponte virtuale tra Stati Uniti e Italia è costruito sul gusto. La piattaforma, attualmente disponibile tramite Web (ma che avrà presto anche un’app per smartphone) rappresenta un punto di incontro tra i turisti provenienti dagli USA e cuochi dilettanti che vogliono mettersi alla prova con l’attività di ristorazione, ospitando per pranzo o cena i visitatori.
“Abbiamo deciso di cominciare puntando sugli Stati Uniti per rodare il sistema puntando su un pubblico che apprezza particolarmente la cucina italiana” racconta Adalberto Fontana, founder e CEO di Trytaly. “Col tempo, intediamo allargare il nostro campo di azione non solo ad altri paesi, ma anche ad altri servizi.”
La particolarità di Trytaly sta principalmente nelle modalità di definizione del prezzo che il turista pagherà per il pasto. Il menu proposto dal cuoco-ospite, individuato tra quelli più vicini attraverso un sistema di ricerca basato sulla geolocalizzazione, non ha infatti un prezzo predefinito. Sarà il visitatore a proporlo (e l’autore della cena accettarlo) secondo la logica “tell your price”. Il pagamento avverrà poi attraverso l’applicazione su smartphone.